shaolin day

Picture 21 dec 028

( tempo di lettura 3 minuti )

ancora un giorno di sole qui a Boulder, ma sempre con tanta neve attorno. Oggi mi sono occupata della preparazione di qualche piatto crudo, e verso le 15.30 sono uscita con Steven con destinazione la sua scuola di Kung Fu. Steven ha insistito molto affinche’ partecipassi, e ho pensato perche’ no. L’unico problema e’ che lui il martedi deve essere`alla scuola presto, essendo uno degli istruttori e’ il suo giorno di maggior lavoro, e la mia lezione sarebbe cominciata solo alle 19. Poco male, ho assistito all’allenamento delle cinture nere, ho chiacchierato un pochino e ho fatto amicizia con Nick, aspirante fotografo venuto a fotografare l’attivita’ della scuola come compito a casa per poter ottenere il lavoro. E poi e’ toccato a me, 2 ore di kung fu livello base, un po’ di esercizi di riscaldamento, e poi un po’ di combattimento base a gruppi, pivello con cintura nera. E ogni volta presentazione, mi chiamo Sara (non Sera!), e ogni volta mi chiedono what? can you spell it? Il mio nome suona molto buffo da queste parti. E non conoscono il mio cognome!
Pazienza. Dopo Kung Fu sto cenando con una tazza di succo di mela tiepido con tanta cannella. Anche se tiepido lo considero crudo…che buono!

Prima di andare a nanna lascio qualche risposta qui ai commenti dei giorni precedenti.
Si, la mia solita fortuna ha voluto che andassi in Colorado proprio l’anno in cui e’ stata registrata una delle tormente di neve piu’ intense. Ma la fortuna ha voluto anche che mi trovassi a Santa Fe proprio nei giorni in cui e’ arrivata la tormenta di neve piu’ pesante MAI registrata!! E l’ho beccata tutta io!!
Per Enrico: ho chiesto a Steven, non conosce Jericho, ma detto da Steven non vuol dire granche’. E poi si, in effetti l’acqua san pellegrino domina ovunque qui. Boh.

Per finire, la ricetta del pane esseno per un ragnetto che mi sta a cuore e per il suo amico: mettete a germogliare dei chicchi di grano, senza farci anche il bagno dentro con tutte e 8 le zampette se possibile senno’ prende un sapore strano. Una volta comparsa la radichetta del germoglio pestare o frullare grossolanamente i chicchi con erbe, sale, spezie a piacimento, formare delle gallette da far essiccare nell’essiccatore, o in alternativa chiedere un bel sole caldo e secco all’amministrazione comunale per una giornata intera. Ne uscira’ un pane buonissimo e affettuoso, che vi dara’ un bacino sulla guancia appena vi vedra’.

Spread the love

Navigazione articolo

  • :-)) Domani fanno QUARANTA qui … porco toro ….

  • Miriam

    Ciao Sara,come stai?
    Ho letto che hai bevuto il succo di mela tiepido.Come si prepara?