Semplicità. E un nuovo fruttino.

tempo di lettura 6 minuti


Sono giorni un po’ strani questi… lo avete avvertito anche voi? Forse è colpa delle troppe energie di cui è impregnata questa settimana….in pochi giorni si sono concentrati il solstizio d’estate, la luna piena e pure un eclissi lunare, e quindi se accadono cose strane o la gente è più matta del solito è anche per questo. Io so solamente che in questi giorni mi sono sentita stanca ed un poco esaurita, sia fisicamente che mentalmente. Forse più mentalmente però. Forse è anche perchè il mio part time in negozio è momentaneamente andato a farsi stra benedire e io sono onestamente in overdose di clienti paranoici e pesanti, quelli che mi piacciono devono essere andati tutti in vacanza lasciando la città popolata di gente insoddisfatta… Fatto sta che forse sono un po’ ipersensibile, o forse le energie cosmiche che non aiutano, ma al lavoro incontro gente che va veramente in crisi se non trova le sue fette biscottate di kamut di quella marca solo quella oppure la marmellata al mango che non può vivere senza o le merendine al cioccolato sennò non dorme di notte oppure 4 mele in 4 sacchetti di plastica per fare due metri sino al SUV parcheggiato fuori…. e io osservo sconsolata tutta questa macchina dagli ingranaggi senza pesticidi powered by fairtrade che produce spazzatura e lavaggi di coscienza a prezzi elevati e mi sento così lontana, e frustrata…. e sono un po’ stanca degli umani talvolta, almeno di certi umani (quindi ho adottato un fratellino per Mirtillo che poi vi presenterò), anche di quelli “buoni” perchè poi me ne torno a casa e trovo una che fa la fruttariana, che mi strazia perchè mangio la lattuga e gli anacardi e i crauti e non regalo il mio libro, e poi arriva uno che fa il vegano che si inalbera con tutti i senza cervello che non prendono la vitamina B12 come fa lui…. e nessuno sembra rendersi conto che sta solamente vivendo un sogno, il suo sogno, che è solo un sogno e siccome non è reale ci mette dentro diavoli e angeli e mele sante e vitamine indispensabili e crackers di farro irrinunciabili…. e poi va da altri per convincerli che è anche il loro sogno, che anche loro devono vedere gli stessi demoni e gli stessi angeli, è il sogno di tutti, tutti sognano la stessa cosa, è ovvio…. no che non è ovvio, è solo il tuo stupidissimo delirio onirico, e io ascolto (e talvolta leggo) deliri onirici per ore e ore al giorno, a volte anche mi diverto, a volte mi chiedo quando si deciderà a suonare la sveglia universale per farli scoppiare tutti come palloncini perchè ne ho piene le orecchie e perchè non è sano dormire per sempre… forse è colpa dell’eclissi o forse della luna piena, però in questi giorni mi sento un po’ satura, e mi viene tanta voglia di liberarmi degli orpelli e dei fronzoli e di un sacco di cose… ricordo che mi sentivo esattamente così 7 anni fa, e fu questa spinta a farmi scoprire il crudismo che mi affascinò per la sua semplicità e per la connessione con l’essenziale che mi offriva… ricordo che mi sentivo insofferente alle sovrastrutture, mi infastidiva addirittura il mio letto perchè avrei preferito dormire sul pavimento. Anche ora avverto il bisogno di pulizia e semplicità, che non so bene come attuare però, salvo vendere tutti i miei beni (ovvero il pc e la bicicletta) e vestirmi di sacco mendicando. Non credo che lo farò. Mi viene più semplice, anzi lo sento necessario, semplificare un po’ la mia alimentazione, togliendo un pò di alimenti “fronzolo”: condimenti, frutta secca, cibi essiccati o elaborati, infusi….cose così. Mi attirano cose più essenziali, come la frutta fresca così com’è e i vegetali così come sono….potessi raccoglierli da una pianta sarebbe il massimo. Semplificherò per un po’, non lo so per quanto, forse finchè si sistema il transito dei pianeti….o finchè non mi verrà voglia di inventare qualche nuova ricetta perchè alla fine è così che esprimo la mia creatività…ma per ora niente fronzoli e vediamo se mi passa questa luna storta. Poco sopra ho accennato di un fratellino per Mirtillo. Si chiama Lampone, o forse Nespola perchè ancora non riesco a decidermi, ed è stato trovato solo e abbandonato lungo un argine. Prontamente adottato ha saputo farsi adorare da subito, anche da Mirtillo che dopo una iniziale diffidenza lo ha dichiarato fratellino minore, e come un bravo fratello più grande ha per lui mille cure e mille attenzioni: lo lava con cura, si fa mordere coda ed orecchie, subisce agguati e cede il passo davanti alla ciotola del cibo, lo cerca quando non lo trova in casa e ci dorme assieme abbracciato. Guardarli giocare e dormire assieme è una delle cose più spassose che si possano immaginare. Li adoro 🙂 Il piccolo fruttino: Incotro ravvicinato del terzo tipo, giorno 1: incontro ravvicinato del terzo tipo, giorno 10 🙂

Spread the love