SANA report

( tempo di lettura 3 minuti )

Giornatona intensa, quella di oggi al SANA.
Ho incontrato e parlato con talmente tante persone che mi gira la testa, persone oltretutto provenienti da mille universi differenti.
La giornata è iniziata prestissimo: alle 5.30 sveglia in profondo stato di coma (perchè ieri sera sono andata a dormire verso l’1 causa serata culturale e letteraria con amiche, alla presentazione di un libro e del suo autore).
Il treno stamattina è alle 7, appuntamento in stazione con Arianna, mia “collega” educatrice ambientale per andare al seminario appunto sull’educazione ambientale.
Al termine del seminario, come da programma, mi reco al luogo del meeting, e mentre aspetto Robo il fato ha voluto che incontrassi casualmente Lorenzo, ex collega universitario che non vedevo da qualcosa come 10 anni!
E così in breve tempo mi ritrovo a chiacchierare con lui, riassumendo in pochi minuti gli ultimi 10 anni di vita, mentre arriva Matteo, collega blogger e vicino di forum, nonchè le mie amiche Barbara C. e Barbara N., mentre nel frattempo conosco anche telefonicamente Fabio Caruso, di Promiseland… insomma una cosa da mal di testa! In questa divertente confusione, mentre tutta questa gente che non si è mai vista prima parla di un milione di cose diverse, ci avviamo all’esplorazione della fiera, che mi riserverà poi altre sorprese… nelle 3 ore successive assisto ad una presentazione di un paio di piatti crudisti allo stand AVI e ovviamente mi intrufolo, per poi scoprire che il “presentatore” altro non è che Giuseppe Cocca (oltretutto amico di Alfio e Cristiana i miei “spacciatori” di frutta e verdura), e dopo la conoscenza con Cocca ritrovo anche Pietro, il mio “spacciatore” di germogli e germogliatori che fece furore al corso crudista… per terminare, dopo aver di nuovo incrociato Arianna, capito anche nello stand di Pat, una carissima amica virtuale che conosco e con la quale spesso comunico da numerosi anni grazie ad un forum al femminile, e che conosco in carne ed ossa oggi stesso!
Lascio il SANA assieme a Robo, destinazione Rimini per una seratona al Rockisland, con la testa che gira, una bellissima sensazione, un pacco di riviste, 3 quintali di volantini, 1 DVD, 1 sacchetto di semi di canapa, 2 magliette di cotone bio e canapa, un numero imprecisato di contatti email e telefonici, e due sporte di biodelizie che la meravigliosa Pat mi ha regalato.
WOW!

Per concludere, devo fare i complimenti a Robo per la maestria in cucina. Il recente acquisto dell’essiccatore lo ha lanciato verso nuove incredibili avventure crudiste. Ho cenanto nientepopodimenoche con burger di noci e verdure su pane di kamut germogliato e semi di lino, con farcitura di zucchine, cipolle e melanzane marinate e pomodori parzialmente essiccati. E mentre io aggiorno il blog l’amico giornalista sta preparando la sua versione della piadina. Ho creato un mostro!

Spread the love

Navigazione articolo

  • Doni

    Ah, che vita monotona e noiosa che hai! P.S: ma il pane di Kamut germogliato è crudo?

  • Ma se lo sapevo venivo anche io a Rimini ad assaggiare quelle prelibatezze…
    alla prossima và…
    Sul mio post ho inserito il link alla piccola galleria di foto: http://essenzalimentare.blogspot.com/2007/09/sana-2007-bologna.html

    ciao e un abbraccio

  • E’ molto bello il tuo blog, complimenti!
    E’ piacevole trovare persone che condividano un certo spirito di vedute ed una qualità della vita rivolta al naturale.
    Se ti fa piacere possiamo scambiarci i rispettivi link.
    Mi piace anche il nome che hai scelto!
    Un saluto luminoso!
    A presto!