Risposte

tempo di lettura 3 minuti

Voglio rispondere a Cri ed Enrico sulla questione del mio digiuno per l’ultima volta, solo ed esclusivamente perchè non sono due utenti qualunque, bensì due amici che mi conoscono, e che quindi vedo che sono preoccupati per me.
Non voglio tornare più sulla questione anoressia, ho già spiegato più di una volta in cosa differisce questa malattia dalla pratica del digiuno terapeutico, come ho già spiegato più volte perchè sto digiunando.
Aggiungo anche che non posso accettare critiche se queste provengono da persone che non si sono date la pena di leggere le documentazioni che ho riportato sul blog. Se non si conosce l’argomento non si può criticare, io ho più volte fornito informazioni, quindi non posso continuare a ripetere le stesse cose all’infinito.
Sono sinceramente un po’ stanca di sentirmi un Don Chisciotte nel mio stesso blog.

Concludo riportando il commento lasciatomi da Sauro Martella, che è molto interessante e va messo in evidenza, e vi raccomando di dare una occhiatina ai link che ha riportato. Ora sono stanca, ma domani ho una cosa da raccontarvi davvero interessante in tema di digiuno.

Ciao Sara,
noto che alcune persone continuano ad essere preoccupate non solo per la tua salute, ma anche relativamente al messaggio che tra le righe potresti comunicare ai più suggestionabili. Mi permetto di segnalare che non stiamo parlando di “esperimenti” sul proprio corpo, come qualcuno ha definito il tuo digiuno, ma di una normalissima, economicissima e naturalissima pratica depurativa che non mi risulta, anche sulla base dei diversi digiuni che ho effettuato, possa avere alcun effetto negativo nè sul fisico, tantomeno a livello psicologico, sottolineo, anzi, come la pratica di un sano digiuno abbia buone probabilità di far instaurare un rapporto giusto e corretto con il cibo al momento che si ricomincerà a mangiare… Vorrei che tante preoccupazioni fossero esposte nei riguardi di pratiche alimentari certamente dannose come l’alimentazione a base di derivati animali (latticini in primis, ma anche carne in genere) o semplicemente al cibo spazzatura (merendine confezionate, cibo conservato ed anche frutta ed ortaggi ricoperti di trattamenti chimici)… Ad ogni modo, mi auguro che quante più persone si avvicinino alla pratica del sano digiuno terapeutico e che possano trarne gli indiscutibili vantaggi in termine di salute menatle e fisica.
L’amica Sara mi scuserà se mi permetto di segnalare qualche link presente su Promiseland.it ormai da alcuni anni… Si tratta di materiale anche del Dott. Shelton o delle analisi mediche dell’amico Renè Andreani durante e successivamente ad un digiuno di oltre un mese. Se qualcuno avrà voglia di curiosare, troverà spunti e dati certamente tranquillizzanti.
Ciaociao.
🙂

http://promiseland.it/inchieste/digiuno_file/digiuno.php
http://promiseland.it/inchieste/autolisi/autolisi1.php
http://promiseland.it/inchieste/igienismo.php

Spread the love