Report, ricette e auguri crudisti

tempo di lettura 4 minuti

Domenica sera c’è stata una importante puntata di Report, che spero in molti abbiano visto. Si è parlato della carne e dei terribili effetti collaterali che ha il suo consumo sia sul pianeta sia sulla nostra salute. Successivamente ho sentito molte critiche a questa puntata arrivare dal mondo animalista-ambientalista, che sostiene che si poteva dire di più e meglio (e da dire c’è davvero tanto, per chi vuole ascoltare). In effetti è vero, anche se la puntata è stata sufficientemente sconvolgente rappresenta forse solo un decimo delle verità legate al consumo di prodotti animali, la realtà è molto, molto peggio. Tuttavia, per come vanno le cose e per la qualità media dell’informazione che viene generalmente data alla massa, già quanto è stato detto mi è parso notevole. Sogno il giorno in cui si potrà dire al popolo DAVVERO come stanno le cose. Fino a quel momento ci rimane la speranza che i più intelligenti decidano di aprire il cervello (rivolgo qui un accorato appello ai miei amici più cari, che sono molto intelligenti ma “ancora non riescono a rinunciare al pesce” – Barbaraaaaaaaaa!!! cacchio SVEGLIATI!!!!- e ai miei adorati genitori che sono tanto intelligenti ma vittime della gola e complici anche loro di un crudele massacro). Per consolare almeno in parte chi si aspettava di più da Report, vi racconto la mia giornata in negozio di ieri. Alle ore 12,30 entra una signora indignata da quanto visto in trasmissione e nasce un dibattito con altre signore. Nessuna ha comprato carne, non so se decideranno alla fine di cambiare le proprie abitudini. Alle ore 17,00 entra un signore, sui 65 anni. Appena entrato mi fa “posso guardare? E’ la prima volta che entro da voi”. Lo ritrovo in cassa con un pacco di fagioli e uno di dadi, e mi dice “ieri sera ho visto Report. Ho visto come trattano quelle mucche. Non voglio mai più mangiare quella roba”. Wow. Alle ore 18,30 entra una signora “bene”, una bio-sciura come direbbe Erbaviola. Avrà una sessantina di anni e non l’ho mai vista prima. Fa un giro e poi mi chiede informazioni su tofu e seitan, e mi dice di essere stata per caso ad una conferenza di animalisti e poi la sera di aver visto report, e di essere stata completamente scioccata. Dice anche di aver assaggiato il seitan, che è buonissimo, e afferma di voler coinvolgere tutta la sua famiglia in un radicale cambio di alimentazione perchè certe cose proprio non le sapeva. Wow numero due. Credetemi, due così in un giorno non è cosa da poco!! Io sono soddisfatta, anche se è bene che per qualche giorno me ne stia lontana da chi ancora mangia carne. In generale cerco di fare mio il mantra “rispetta le scelte altrui”, ci credo veramente, per quanto queste scelte possano essere a mio parere disdicevoli. Quando però rivedo certe realtà (Report l’ho visto anche se dopo il primo minuto già stavo male, ma l’ho trovato un obbligo morale) per alcuni giorni sono incazzata come una biscia, intollerante e furiosa verso chi ancora imperterrito persevera a distruggere il pianeta e contribuisce all’atroce sofferenza di tanti esseri viventi PUR SAPENDO come stanno le cose, ma è vittima della propria gola o del proprio egoismo e ipocritamente trova scuse insostenibilie inaccettabili. Per qualche giorno so che potrò sentire e frequentare solo amici “dal vegetariano in su” perchè con tutti gli altri potrei seriamente litigare.  Escluso Mirtillo, ovviamente. Abbiate pazienza che poi mi passa e potrò tornare amica di tutti 🙂 Per concludere dedico questo mio post ad un super vegan crudista di quelli “checenefosserodipiùalmondo” che oggi compie gli anni (e pure 28 mesi crudisti se non sbaglio): AUGURI ROBO!! Per festeggiare il suo compleanno, dedico a tutti una sua super ricetta, anzi due: un tortino spettacolare.

Tortino di avocado, anacardi e fave.

Frullare insieme un avocado e qualche anacardo. Sistemarlo in un coppa pasta, poi metterci dentro un po’ di fave.

Tortino con contorno.

Lo stesso tortino di avocado, anacardi e fave, con contorno di peperoni e cipolla marinati (ricetta di Cocca), crauti, formaggio di anacardi e crackers di lino. tortino-2.jpg

Spread the love