Prega cucinando e mangiando

( tempo di lettura 4 minuti )

Corpo e Anima sono un tutt’uno e non mi stancherò mai di ripeterlo visto quanto è facile dimenticarselo. Tenendo ben salda questa consapevolezza vorrei che provaste a pensare a quello che mangiate perché sono convinta che noi siamo ciò che mangiamo. Infatti dal momento che il corpo è l’involucro che ospita l’anima quando introduciamo del cibo stiamo contemporaneamente nutrendo corpo e anima. Tutto viene trasformato in energia, in vibrazione. Energia e vibrazioni che possono sia elevarci spiritualmente o al contrario spingerci giù rallentando il nostro percorso.

Il cibo contribuisce al nostro benessere fisico-spirituale tanto quanto lo fanno il modo in cui lo prepariamo e poi consumiamo.

Prega cucinando e mangiando

Quando preparate da mangiare prestate la massima attenzione a quello che state facendo, il principio del Qui e Ora vale infatti anche mentre si esegue un’azione semplice e quotidiana come quella di prepararsi il pranzo o la cena.

Lasciatevi avvolgere dalla calma del silenzio oppure mettetevi come sottofondo una musica che vi trasmetta pace o che contenga dei mantra.

Impegnatevi in ogni passaggio richiesto dal vostro piatto avendo in testa buoni pensieri e sulle labbra un sorriso. Connettetevi con l’intero universo meditando innanzitutto su Madre Natura e sulla sua generosità. Soffermatevi a pensare da quale meraviglioso luogo arriva il vostro cibo. Prendete in considerazione il lavoro di chi lo ha fatto crescere e poi lo ha trasportato affinchè poteste trovarlo pronto nello scaffale del vostro negozio di fiducia. Ricordatevi del sorriso di chi ve lo ha venduto. L’amorevole gentilezza è presente ovunque e noi tutti dipendiamo da essa anche se non ce ne rendiamo sempre conto. Abbiate amore nel vostro cuore. È l’amore l’ingrediente magico per la riuscita di ogni ricetta!

Quando poi siete pronti per mangiare quello che vi siete preparati, sedetevi comodi, contemplate il vostro cibo, chiudete gli occhi e rivolgete una preghiera di ringraziamento. Come sempre vi invito a fare una preghiera che esca dalla vostra anima usando le parole che più vi rappresentano in quel momento. Con gratitudine e gioia masticate lentamente ogni singolo boccone gustandovelo fino in fondo. Usate tutti i sensi mentre mangiate così da arricchire la vostra anima.

Se cucinate anche per altre persone oltre che per voi stessi seguite gli stessi principi avendo solo l’accortezza di raddoppiare la dose d’amore. L’amore che metterete arriverà così ai vostri ospiti i quali non potranno che trarne giovamento. Provate anche a creare a tavola una preghiera collettiva e a mangiare poi in totale silenzio. Il silenzio di cui vi parlo non è il silenzio vuoto e sterile che potete osservare in quelle coppie che non avendo più niente da dirsi stanno sedute al ristorante senza parlare e senza guardarsi più negli occhi. È invece un silenzio meditativo, denso di consapevolezza e carico di luce. Non vi sto chiedendo di diventare degli asceti in erba desidero solo invitarvi a provare almeno una volta a consumare un pasto senza parlare sia che siate da soli o in compagnia. È un invito fatto con dolcezza e affetto.

Desidero terminare questo pezzo con la seguente domanda che vuole aprirvi ad una riflessione più che essere una provocazione: “Quale energia e vibrazioni positive possono arrivare alla nostra anima da un piatto che contiene un essere vivente che non è più tale ma che è morto in modo crudele senza dignità, rispetto e senza nessuna sacralità?”.

Pensateci.

Buon appetito a tutti!

Shanti Shanti Shanti

PadmaDevi

Spread the love
  • PETRA RINALDI

    Vegetarian is important!

  • Cey

    Buona giornata, trovo interessante quanto risulta scritto nell’articolo.
    Desidero solamente aggiungere quanto ci è stato ripetutamente detto dai “Maestri del più alto Ordine” (Sant) di ogni tempo e luogo ed esattamente: lo Spirito può essere nutrito solamente con lo Spirito e null’altro che non sia di natura spirituale; poichè solo lo Spirito può nutrire l’Anima o Spirito, tutto ciò che è materiale, mentale, emozionale, ecc, ma non spirituale come è possibile che possa dare nutrimento all’Anima?
    Sicuramente potrà essere di grande aiuto tutto quanto scritto sopra, ma per nutrire l’Anima o Spirito è indispensabile un cibo esclusivamente spirituale…
    Fraternamente, un ricercatore della Verita…

  • chiar gallo

    Che bell’articolo…mi ha davvero toccato il cuore!

  • Bellissima meditazione di Alma, come sempre 🙂 Visto che la maggior parte ormai cucina ascoltando radio, televisione o figli urlanti, compagni chiacchieroni ecc…. forse ce n’era proprio bisogno di questi suggerimenti! :=)

  • liquiriziaverde

    Che bello questo post ^__^

  • cappellinoviola

    bellissimo articolo
    proverò a vedere il cucinare come un atto d’amore verso di me e mio marito e non come un obbligo 😉
    sarà sicuramente una cosa molto positiva 🙂

  • Mi ritrovo moltissimo nell’articolo.
    Grazie di cuore Sara.
    Un abbracio