Metodo Missvanilla per l’estrazione dei succhi

P1020394

( tempo di lettura 3 minuti )

E’ un dato di fatto che qualcosa sta cambiando.

Sento sempre più gente esprimersi incuriosita a favore di una alimentazione più green, desiderosa di provare qualcosa di nuovo, migliorare la dieta, mangiare più sano.

Mi è capitato recentemente di vedere alcuni servizi televisivi dedicati alla guarigione con l’uso dei succhi di frutta e verdura. E si sa, se lo dice la TV dovrà essere pur vero 😉

Vabbè, poco importa che io e tanti altri lo stiamo ripetendo da anni, quel che importa è che prima o poi il messaggio arrivi, giusto?

Ecco quindi che anche internet e i social network sono invasi di informazioni sul mondo vegan, migliaia di ricette vegane, crudiste, fruttariane e litri e litri di frullati e succhi verdissimi.

Impossibile non rimanere contagiati e non farsi prendere un po’ anche dall’ansia: come è possibile mangiare decentemente sano senza tutta l’attrezzatura necessaria? Tocca fare un mutuo e comprare subito un essiccatore, un frullatore potentissimo e soprattutto un estrattore di succhi! La vecchia centrifuga è ormai obsoleta e colpevole di danneggiare le preziose molecole di succo vivo, riscaldandole e rovinandole, quindi si pone un grande problema: dopo aver comprato tutto il necessario cosa mi resta in tasca per acquistare la verdura da metterci dentro?

Ebbene, vi ricordo che la sottoscritta è sopravvissuta ad anni di crudismo serio con un piccolo essiccatore e un frullatore da supermercato 😉

Tuttavia, lo sapete, col tempo anche io mi sono fatta contagiare e la mia cucina si è arricchita di un bellissimo essiccatore e di un super frullatore e ammetto che a questi due gioiellini non rinuncerei volentieri. Eppure non ho ancora acquistato l’estrattore di succhi. O meglio, possiedo ancora la mia cara vecchia e scomoda green star che però è riposta in armadio a godersi la pensione, almeno per ora.

Ciononostante, i succhi me li preparo ugualmente. Come è possibile?

Ebbene, col Vitamix (o altro potente frullatore)  e con resa ottimale.

Un buon frullatore permette di sminuzzare e rendere liquidi i vegetali introdotti anche senza l’aiuto dell’acqua aggiunta, il tutto in un tempo molto breve (circa un minuto o meno) cosìcchè non possa avvenire il surriscaldamento del liquido.

A questo punto è sufficiente filtrare il frullatone per separare la polpa fibrosa dal liquido, ottenendo un estratto con pochissimo scarto. Per un filtraggio ottimale è bene utilizzare un sacchetto per filtrare il latte di mandorla, oppure il “metodo Missvanilla” per il filtraggio, ovvero usando la mitica retina per capelli  😉 in vendita nei normali supermercati.

Con un pochina di pazienza (ma nemmeno troppa) si spreme il succo dalla retina separandolo dalle fibre, poi la retina si lava molto facilmente sotto l’acqua corrente.

retina latte 2

Perdonatemi per le foto, non proprio eccezionali, ma con una bimba attaccata alle caviglie che urla “mammaaaaaa” è già tanto che sia riuscita a farle! Ad ogni modo, rendono l’idea del succo ottenuto e soprattutto della qualità dello scarto: poco e asciutto.

 

P1020395

Leggi anche:

Spread the love
  • Anna

    Che bello! Io sto valutando l’acquisto di un frullatore. Ma lo scarto lo butti o si utilizza? E ti chiedo,un colino non andrebbe bene quello che si usa per le spremute di arancio?
    Grazie!

    • Ciao Anna, lo scarto si può riutilizzare, ad esempio se hai usato mela e carota puoi farci dei biscotti, anche crudisti, se hai usato verdure non dolci le mischi con semi di lino e spezie e ci fai dei crackers. Io a volte lo faccio, altre non ho tempo, ma siccome lo scarto è proprio poco così, non mi sento troppo colpevole.
      Ti sconsiglio di usare un colino…ci metteresti troppo tempo e si intaserebbe di continuo, è davvero scomodissimo.

  • Arrivo con la domanda scema del giorno: ma la retina per capelli, come la lavi? L’idea è geniale, ma ho la sensazione che sia dannatamente difficile togliere tutti i pezzetti incastrati, soprattutto con le mandorle… vabbè, vero anche che io sono pigra come la morte 😀

    • ciao Alice! La retina è facile da lavare sotto il getto d’acqua del rubinetto. A differenza di una garza di cotone, che è ruvida, la retina è di nylon e la polpa di mandorle scivola via molto facilmente.

  • Pingback: Quasi estratto di mela e spinaci per Salutiamoci! | la tana del riccio()

  • Ciao! Ho provato con grande successo questo tuo medoto (anche se con il mio frullatore ho dovuto aggiungere poca acqua). Grazie mille del consiglio, non so se l’estrattore entrerà mai in casa mia, questo metodo mi sembra quasi più semplice 🙂
    Ho fatto un post a proposito di questo, spero non ti dispiaccia.
    Grazie ancora,
    Francesca
    http://latanadelriccio.wordpress.com/2014/04/30/quasi-estratto-di-mela-e-spinaci-per-salutiamoci/

  • Grande Francesca!!! Se viene col minipimer è la prova schiacciante che il metodo funziona per tutti!! 😀

  • Antonio

    Scusatemi, giusto una considerazione. Che siano frullatori o centrifughe, la cosa importante che il processo meccanico per la produzione del liquido non superi 45 gradi Centigradi altrimenti gli enzimi vengono persi e quindi il cibo da noi ingerito non porterebbe benefici per l’assorbimento intestinale! Mangiare crudo è la migliore “vitamina” per il nostro benessere! Un saluto a tutti, Antonio

  • Ho acquistato l estrattore è caro ma vi assicuro ne è valsa la pena è un vero gioiello

  • domenico

    Io uso frullare tutto con un potente frullatore poi schiaccio la purea ottenuta avvolta in un panno di fitto cotone, (un vecchio lenzuolo bianco di qualità) con una pressa idraulica da 5 tonnellate autocostruita (10 ore circa di lavoro manuale ma soli 80 euro di spesa) ed i miei succhi non hanno nulla di differente rispetto ai succhi ottenuti con il Norwalk.

    • Domenico, ma che figata!! 🙂

    • walter

      Ciao Roberto che frullatore usi per sminuzzare? Riesci con tutti le verdure? I componenti per costruire la pressa idraulica dove si acquistano?

  • Leonor

    La retina per capelli è una genialata!!!

  • Pingback: Tutto ciò che hai sempre desiderato sapere sui succhi di frutta e verdura (ma non ti era ancora venuto in mente di chiedere) – MissVanilla()