Mea culpa 2

( tempo di lettura 3 minuti )


Non è vero che i crudisti non si scottano. L’assunzione massiccia di betacarotene sicuramente facilita l’abbronzatura, ma il rilascio di melanina a volte non compensa la carenza sopracitata. In parole povere, mi sono ustionata. Soprattutto il lobo dell’orecchio. Detto questo, passiamo al resoconto della mia prima giornata riminese. Piena di sensi di colpa. A cominciare dal primo: aver contribuito al primo arresto di Robo alla stazione di Rimini. E’ bastato sbagliare l’uscita dai binari per trovarlo accerchiato da due poliziotti che gli chiedevano i documenti e soprattutto chi aspettasse visto che ormai erano scesi tutti da un pezzo dal treno. Abbiamo perso un’ora di sole perché ho voluto fare un giro sul mercato, che poi era uguale a quello di Mestre. Ho scelto il tratto di spiaggia libera meno curato di tutta la riviera adriatica (120 km da Ravenna a Cattolica). Ho assicurato Robo che i crudisti non si scottano. Ho mentito (vedi sopra). Ho scelto un bellissimo posto per vedere il tramonto dalla terrazza del Rockisland ed ho fatto sedere Robo proprio dietro l’unico lampione che c’era, in modo che non lo vedesse. Con il sebo delle mie dita ho toccato e irrimediabilmente rovinato una delle uniche tre colonnine ghiacciate presenti in Italia che erogano la speciale birra a zero gradi servita in bicchieri conservati a meno 22. Ho disilluso Robo riguardo alle mandorle, che da tre mesi costituiscono base della sua alimentazione: quelle bianche non sono crudiste al 100%. Però il burro che abbiamo fatto oggi era molto buono lo stesso.
Ma tutto questo è niente in confronto ai sensi di colpa che dovrebbe avere Iuri per le teorie che mi ha esposto stasera. L’avevo solo sentito nominare, e credevo che scherzassero. Mi sono ricreduta. Speriamo fosse solo colpa della birra, ma stanotte credo di averlo sentito parlare di gatti che fanno le uova, salmoni che risalgono le scale e rinoceronti che si cibano di pesce perché vivono nei fiumi. Ma nonostante tutto questo, Iuri non fa la scelta crudista perché non la ritiene credibile a Rimini nel 2007. Comunque la sua dieta chetogenica funziona. Anche se non s’è capito cosa sia.

Ps. Causa mia incapacità di intendere e di volere (ampiamente dimostrabile dalle risposte che solitamente vi do sul forum) le parole di cui sopra sono state digitate da Robo e io paraculamente mi dissocio.
Missvanilla

Spread the love
  • Saretta, VERGOGNATI!!!! 😀

  • No, no. Io Iuri lo conosco. Non avrebbe mai parlato di uova dei gatti, di salmoni su per le scale, e di rinoceronti. A meno che tu non lo abbia incontrato al Rockisland in un’orario tra le due e le tre di notte…

    PS: mi ha chiesto se ho visto il suo gatto. Dopo quella sera non l’ha più trovato. E’ tornato a casa, ha pensato di cucinarsi qualcosa, ha fatto entrare il micio e poi… non ricorda bene cos’era quella roba di pelo nero in forno. Buona, ha detto, però…

  • Vera

    Saretta, oggi mi è arrivato il tuo libro. Presto comincerò la lettura e sono tanto felice!! 😀

  • sara

    che bello Vera, mi raccomando fammi sapere cosa ne pensi! 🙂
    un bacione!

  • nicola gogoli

    Ho avuto modo di vedere il suo libro e volevo dirle che l’ho trovato davvero completo e interessante. Complimenti.
    Nicola Gogoli

  • simona

    ciauu..per caso ho trovato il tuo blog e siccome pur io sn di Rimini t lascio un salutino!! ^_^
    ciauuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu