LAGO DI GARDA GIORNO 1

( tempo di lettura 3 minuti )

Il mio compleanno!!! Che cosa ho fatto di speciale per il mio compleanno?Beh ci siamo alzati alle 8.00 e con immensa calma ci siamo preparati, lavati, fatto colazione. Ho preparato una super macedonia di pesche, albicocche, melone, banana, fragole, cocco e prugne.Ho ricevuto in regalo una sciarpina proveniente dal Vietnam dai miei amici, che mi hanno cantato Buon Compleanno 100.000 volte! Verso le 11.00 finalmente ci siamo mossi per andare in un parco bellissimo, ad una quarantina di km di distanza, il Parco Sigurtá. Ci siamo fermati per un caffé (che ho preso anche io). Abbiamo camminato per il parco fino al pomeriggio, ho mangiato 1 banana, 1 mela ed alcune ciliegie. Una volta a casa la nostra intenzione era quella di andare in piscina a sguazzare un pó, ma il tempo é cambiato ed abbiamo rinunciato. Abbiamo fatto merenda a base di bruschetta di pane biologico e pomodoro fresco, non ho resistito…in fondo oggi é il mio compleanno no?Per cena abbiamo preparato una beellissima tavola imbandita, con le candele, che Sara ha voluto comprare-che carina!Abbiamo tentato di mangiare in terrazza, ma dopo un pó siamo dovuti scappare dentro perché la pioggia ha cominciato a cadere violentemente. Oggi mi sono lasciata andare e ho mangiato, assieme alla mia solita insalata, un pó del cibo preparato da Sara: insalata di riso vegan con ceci, e cipolle grigliate. E` stato tutto buonissimo e l`insalata di riso era ottima. Mi ha riempito molto. Credo che la cosa piú difficile nella dieta crudista é che manca la possibilitá di riempirsi del tutto, di sentirsi pesanti. Al massimo, mangiando molta frutta, ci si puó sentire gonfi, ma é proprio difficle ottenere quel senso di pienezza che il cibo cotto offre. Il fatto é che il senso di pienezza lo ricerchiamo per motivi psicolgici, quando ci sentamo soli, tristi, vuoti, usiamo il cibo per dimenticare, per stordirci, per riempirci.Il cibo peró non dovrebbe avere questa funzione anestetica, perche diventa un palliativo e non ci permette di ricercare la vera causa del malessere. Quando si passa ad uno stile di vita naturale, bisogna cominciare a fare i conti con le proprie emozioni, dato che il cibo non ci aiuta a mascherarle.Non é facile, ma é molto salutare!!Ad ogni modo stasera mi sono riempita per bene il pancino e per festeggiare ancora di piú abbiamo brindato col limoncello. Chissá come staró domani! Poi abbiamo chiacchierato fino a tardi a lume di candela, mentre Jason si addormentava sul divano, sfinito da tante chiacchiere in italiano.

Spread the love