In attesa del temporale…

( tempo di lettura 4 minuti )

Come procede la vostra estate?

La mia insomma… lenta  e un pò… sospesa. Sto in effetti ansiosamente aspettando che termini presto, per poter lavorare un po’ meno e magare iniziare a riposarmi e divertirmi un pochino. Settembre è ancora un bel mese per divertirsi prima del lungo inverno.

Nel frattempo passo i miei giorni in negozio, osservo i clienti che partono bianchi e tornano abbronzati dalle ferie, e passo il poco tempo libero leggendo.

Attualmente sto leggendo contemporaneamente due libri, uno di Ellroy, che mi ha mandato Robo per il compleanno, e uno totalmente diverso  che si intitola “le pianure del passaggio” di Jean M. Auel che mi ha prestato Barbara.

Non so ancora cosa pensare di quest’ultimo libro, a tratti mi stanca ma talvolta mi appassiona.  E’ una storia che ha luogo nell’Europa di 30.000 anni fa, verso la fine della grande glaciazione, la storia di un viaggio e la descrizione di un piccolo momento della storia degli uomini, quando l’essere umano stava incominciando a capire di essere speciale…

C’è un passaggio che mi ha fatto riflettere; Ayla, la protagonista, si trova a pensare al significato e alle cause della morte. La sua gente è convinta che ogni relazione che abbiamo con qualcuno a cui vogliamo bene implichi la condivisione di una parte del nostro Spirito. Quando questa persona muore, o si allontana e la perdiamo, anche quella parte del nostro Spirito viene perduta, ed è per questo che ne soffriamo tanto. Alla fine forse anche la nostra fine sopraggiunge, in età avanzata, perchè abbiamo perduto il nostro Spirito, condividendolo con tutte le persone che abbiamo amato, e noi dobbiamo lasciare questo mondo perchè tutto il nostro Spirito è ormai altrove, dove stanno anche coloro che amiamo.  Non lo so come mai mi sto soffermando su questi pensieri 🙂 sarò in una fase introspettiva, che ne so… 🙂

E la vostra estate “alimentare” come procede? Io sono un poco delusa. Anzi, potrei lanciare un sondaggio: meglio frutta bio che non sa di nulla, o frutta non bio gustosa?

Ho recentemente speso un bel po’ di soldini per delle angurie bio che dentro erano rosa pallido e sono finite nell’insalata al posto dei cetrioli, e per delle albicocche totalmente insapore. Ne ho spesi molti meno per ottime pesche e albicocche non bio che non so da dove provengano. C’è una soluzione?

Io ho una soluzione, anzi la mia soluzione: ho deciso che nel mio futuro voglio vivere in un posto non caotico, non troppo inquinato, e con un po’ di terreno dove avere orto e alberi da frutta.  Non so come ottenere tutto ciò, ma questo è il mio desiderio.

Se qualcuno avesse per caso intenzione di sposarmi, ora sa quali sono i requisiti da avere. Astenersi perditempo ;P

Nel mio futuro giardino vorrò certamente piantare un albero di Black Sapote, confidando nei preziosi consigli di Erbaviola che nel frattempo saprà già tutto su questa pianta parente dei cachi 🙂

Ultima nota, prima di andare a preparare i crauti col mio nuovo pressaverdure. Se mi chiedessero cosa porterei su di un’isola deserta risponderei senza dubbio IL BICARBONATO.

Ultimamente ho scoperto i mille usi di questa sostanza.

Mi ci lavo i denti e funziona alla grande.

Lo uso come deodorante ed è stra-efficace.

Lo uso come shampoo e vi terrò aggiornati. Sto seguendo su numerosi blog amici di crudisti americani un esperimento globale chiamato “no-poo”, che significa “eliminazione dello shampoo”. Pare che lo shampoo sia piuttosto aggressivo e sia più o meno la causa dei capelli rovinati, e che chi smette di usralo, dopo una fase iniziale di “aggiustamento e disintossicazione” sperimenti capelli favolosi, puliti più a lungo, belli e sani. Beh ho deciso di provare, alternando il lavaggio dei capelli con bicarbonato con il risciacquo con solo succo di limone e aceto di mele. Finora sono passati 10 giorni, i miei capelli sono si puliti ma non proprio uno splendore, e la tentazione di usare uno shampoo schiumoso e profumato è forte, ma resisto nella speranza di vedere anche io il miracolo, che nel mio caso significherebbe: niente più capelli strapiatti, bisognosi di un lavaggio ogni 2 giorni, con doppie punte, e impossibili da gestire. Mah, io spero..

Spread the love
  • stefano

    ….meglio la frutta non bio ma più gustosa…per il matrimonio…se ne può parlare!

  • robo

    Fammi sapere se quello con l’orto, il terreno e gli alberi da frutto che sposi ha una sorella.
    robo

  • Doni

    Oddio, che descrizione orribile fai dei tuoi capelli, che invece sono belli! La cosa strana, e non è la prima volta che lo diciamo, è come mai la tua alimentazione non sia riuscita a risolvere alcuni tuoi problemi di capelli. Capelli a parte, comunque, vorrei sapere:
    1) dicci qualcosa sul pressaverdure…soprattutto: dove lo si può comprare?
    2) come fai ad usare il bicarbonato come deodorante? Hai usato la seconda ricetta di Lola a questa pag.? http://www.saicosatispalmi.org/index.php?option=com_content&task=view&id=43&Itemid=8 Quanto ti dura? Quanto ne fai alla volta?
    3) ma lo hai pensato solo adesso che bello sarebbe vivere in un posto come quello che descrivi? Spero di no. Io lo sogno da una vita. uno dei problemi per realizzarlo sarebbe quello dell’ eventuale lontananza da tanti posti utili, esempio ospedale

    Mi fermo qui. Non ho risposto a neanche una delle tue domandeeeee! e spengo la lampada che ti ho puntato per l’interrogatorio.

  • SARAAA IL DISEGNO PROSEGUE!!! ti ho fatto in mano un black sapote, è molto “vaniglioso” sto disegno! comunque non potresti ricontattare l’americano pazzo che voleva sposarti? così poi mi adottate? io ho già tutto il programmino fatto! XD! UFFA! voglio scapparmene da qui! dai, io cercherei lavoro in un whole foods market, tuo marito porta i soldoni a casa, e tu [che diventeresti la mia mammina] saresti una perfetta casalinga, che cura la casa, me, tuo marito, il cibo crudista [facciamo scorta poi di essiccatori excalibur] del tuo orticello etc…! anyway, creepy, kooky, spooky, ooky, manuel addams.

  • sara

    Stefano, mi sa che hai ragione! Hai anche l’orto? 🙂

    Robo, va bene per te questo e altro però devo avvertirti che la ricerca mi diventa più difficoltosa..

    Doni, allora: non so se il crudismo sia anche capace di far sparire le doppie punte e i capelli sottili, a me non è successo.. 🙂 .. il pressaverdura è stato un bellissimo regalo di compleanno ma credo che nei negozi bio si riesca a trovare, oppure ordinare. Il bicarbonato, per pigrizia, lo uso puro direttamente sulla pelle umida al mattino e mai nessun problema. E per finire, no, è da una vita che sogno la casa con l’orto e gli alberi, sono solo talvolta indecisa se sia meglio trasferirsi in un paradiso tropicale o coltivarsi l’orto nostrano.

    Manuel, il tuo programmino di vita è agghiacciante e penso che mi getterei dal balcone dopo una settimana, no grazie 😀 l’americano sposatelo tu, te lo passo volentieri 😛
    E non vedo l’ora di vedere l’opera d’arte!!!

  • ma anche per pulire la frutta e la verdura, smacchiare i panni, fare la colla, tenere insieme i colori per un murales casalingo, fare il pediluvio…….
    :))
    Bibi

  • sara

    Bibi… geniale!! Metti che sull’isola deserta mi viene in mente di ridipingere la capanna!! w il bicarbonato 😀

  • attila

    …si ho l’orto… ma incolto….preferisco la frutta….

  • Enrico

    …meglio la non bio!! Anche perché coi prezzi che girano con quella bio compri 1 pesca invece che 2 kili (vallo a dire alla Baby, se ci riesci tu)!!!!!
    ciao

  • FACCHINETTI

    meglio frutta non bio…..

    dal mio fruttivendolo trovo sempre offerta su frutta troppo matura che nessuno vuole e che io mi compro x fare i frullati e i gelati , ma a volte e’ buona anche cosi’….

    io non sono una estimatrice della fritta BIO… prendo quello che ce’.

    molta verdura proviene dall’orto di mio suocero…. ( sara mi spiace e’ gia’ sposato!!!!!) e anche kiwi, mele , meloni li coltiva lui. e’ in pensione e gli piace molto …..quindi mi reputo una fortunella.

    x il libro… ayla … io ho letto un libro chea veva come protagonista ayla … ” ayla figlia della terra” puo’ essere quello????? a me era piaciuto tantissimo… e anche li eravamo in un epoca molto remota.

  • sara

    Attila… mi è simpatico un orto incolto.

    Enrico, perchè dire qualcosa alla Baby? Tanto dopo 5 minuti cambia idea da sola… :))

    Facchinetti: mi sa che è la stessa Ayla, ho scoperto che quello che sto leggendo io è 1 di 4 libri con gli stessi protagonisti! A questo punto dovrò leggermi tutta la saga 🙂 PS che fortuna il suocero coltivatore..!

  • Sara, non vorrei dire cavolate più grandi di me, ma il bicarbonato non ha PH basico, e il cuoio capelluto acido? Sei sicura che il bicarbonato vada bene per lavare i capelli?
    Comunque, che gli shampoo tradizionali rovinino i capelli, in linea di massima, è abbastanza vero… ma tu non sei ancora passata all’ecobio? 😮
    E ancora… se ti lavi i denti col bicarbonato, usa almeno quello più fine che riesci a trovare, altrimenti ti si rovina tutto lo smalto dei denti. 🙂

    Un bacione!

  • FACCHINETTI

    E SI SARA “AYLA” E’ UNA SERIE DI LIBRI…..

    X L’ORTO SONO FORTUNATA ….. IERI MI SONO MANGIATA DEI POMODORINI CILIEGINI BUONISSIMISSSIMI…..DOLCI E MATURI …..CON IL SOLE DENTRO…..
    X NON PARLARE DELLE ZUCCHINE ….. LI HO FATTE MARINATE NELL’OLIO E LIMONE ….. BUONISSIME

  • filippo

    però io non ce lho l’orto.. mi toccherà vendere casa e cambiare?

  • FACCHINETTI

    NO, FILIPPO NON E’ NECESSARIO… BASTA PRENDERE UN BEL VASONE GRANDE E INIZIARE L’AVVENTURA CON I SAPORI DELL’ORTO ( BASILICO, ROSMARINO, SALVIA…) POI PASSI AI POMODORI, ZUCCHINE E INSAALTA…
    AH DIMENTICAVO E’ NECESSARIO AVERE UN BALCONCINO!!!!!
    SAI CHE MIO FIGLIO SI CHIAMA FILIPPO??????

  • sara

    Facchinetti… non so sai se posso accontentarmi di sposare uno con due vasi nel terrazzo…. l’orto è l’orto… 😛

    Vera… lo so che sei in ferie ma il tuo commento mi ha dato l’ispirazione per un post… nei prossimi giorni! 🙂

  • FACCHINETTI

    BEH, DAI SARA SI COMINCIA PIANO PIANO……

    STASERA….ANGURIA….. IL MIO SUOCERINO LA HA APPENA RACCOLTA…… SPERIAMO SIA BUONA……

  • Ciao Sara! Ayla… l’ho letto anch’io anni fa, ma non mi ricordo se Le pianure del passaggio è il primo della serie… forse è il secondo? :-S

    Per la gustosità della frutta non bio…. io in realtà solo un tipo di frutta trovo gustosa… quella dell’orto del mio babbo…. infatti da quando sto a Milano per me la frutta non ha più sapore, sia a comprare quella “normale” che quella “bio” l’effetto è pressochè analogo confronto alle pesche, le albicocche, le ciliegie, le pere, ecc. dell’orto del mio babbo…. anche per pomodori, zucchini, insalata, melanzane ecc.ecc.ecc. vale lo stesso discorso 🙁 sigh sigh

    bacione

  • filippo

    cara facchinetti.. un pò di buon senso è alla base di tutte le relazioni!!…….
    mi trovi d’accordo..
    cmq il balcone ce l’ho.. bello grande..

  • FACCHINETTI

    ok filippo, bene.
    hai comprato il vaso grande??????
    io oggi ho deciso di tagliare il basilico ( ho un vaso pieno) e fare il pesto con noci e pinoli e olio e usarlo come condimento x la pasta di mio marito….. io invece me lo mangio sui creaker di semi di lino …..

  • Se ti interessa http://www.bicarbonato.it. E’ roba buona. C’è anche un po’ di me!!;-)