Due capricorni (ed un ariete) a cena…per tacer del cane.

tempo di lettura 4 minuti

Come accennato ieri, a cena ho mangiato cotto. Zuppe, per la precisione. Cucinate da me, per giunta. Sì lo so, io che cucino, non c’è più religione (per questo motivo ne sto fondando una nuova!)… il fatto è che io e Barbara avevamo deciso di fare una cena a sorpresa per festeggiare i compleanni di Roberta e Alessandra, e non è che si può imporre sempre il tutto crudo a tutti, inoltre un paio di volte l’anno mi diverto a cucinare, e cucinando io ho anche modo di avere il controllo della situazione ingredienti. Il piano meditato da Barbara era il seguente: convincere le due ragazze ad uscire assieme a cena dalle mie parti, convincerle quindi tutte a migrare da Padova a Mestre, senza che facessero troppe domande sul luogo della cena. Nel frattempo avrei organizzato tutto a casa mia, tenendo conto le esigenze di ciascuna (una celiaca, un paio intolleranti a tutto e in genere a dieta continua ed una vegana -io). Per questo la scelta è caduta sulle zuppe, una cosa che piace a tutte e che posso proporre solo alle amiche “femmine” rendendole felici. Se avessi fatto una cena del genere ai miei amici maschi, mi avrebbero detto: si buone le zuppe, ma adesso cosa si mangia?

L’unico problema è stato che le festeggiate sono due capricorni, probabilmente ascendenti mulo con i pianeti nella costellazione della noce di cocco. Avevo previsto che una volta arrivate sotto casa mia avrebbero deciso di aspettarmi di sotto senza salire (sì, perchè tutte le donzelle vanno in palestra però non salgono a casa mia dato che abito al 4 piano senza ascensore…), ma Barbara, che è in grado di vendere acqua gassata ad un branzino, mi assicura: ci penso io.

Infatti, alle 8.20 suona il campanello e vedo salire Barbara e Wanda (di cui vi parlerò dopo)…. Embè? Faccio io – Non c’è stato verso di farle salire…. – Risponde Barbara.

Parte il primo sms: vi conviene salire, Sara si sta ancora preparando.

Risposta: no, aspettiamo in macchina. Ma porc#@$!!**

sms: ragazze, la Sara deve ancora lavarsi i capelli, salite dai

Risposta: no.

sms: su, dai, ne avrà almeno per mezz’ora, fa freddo fuori.

Risposta: no.

sms: Vi prego, salite, fatelo per me!!

Salgono. Per fortuna perchè il Dal indiano stava per prendere una traiettoria parabolica dal balcone, seguito dal Borsch, dalla minestra di mais messicana e dalla pasta e ceci conludendo col budino di cocco e banane (unico piatto semi-crudista rubato da Matteo) .

Sorpresa!!

La serata è stata come sempre piacevolissima, mi sono divertita moltissimo a preparare sia la cena che l’ambiente, ho acceso candele ovunque, nemmeno per un fidanzato mi sono dedicata tanto alla cura della tavola! Ho avuto inoltre l’onore di conoscere la piccola Wanda, una cuccioletta che Barbara ha da pochissimo portato a casa dal canile, e che è veramente adorabile. Il nome non è ancora definitivo, Barbara è indecisa tra Mia, Ada e Wanda, ma io voto senza dubbio per Wanda.

cimg2184.JPGcimg2208.JPGcimg2218.JPG

Per quanto riguarda gli effetti collaterali della cena posso dire di non avere avuto problemi digestivi, anche perchè ho comunque mangiato poco, però il sale contenuto nelle zuppe mi sta causando una ritenzione idrica notevole. Io non sono abituata al sale, non lo uso mai nemmeno nelle insalate e infatti ho avuto problemi a indovinare la dose giusta da aggiungere alle minestre. Stamattina la bilancia ha registrato ben 2 chili in più ed oggi penso che mi darò a succhi e spremute…

Spread the love

Navigazione articolo