Dottori vegani

tempo di lettura 5 minuti

Ieri ho portato la mia piccola a Verona.

A Verona si trova un centro pediatrico specializzato in nutrizione infantile, in particolare specializzato anche nell’alimentazione vegetariana e vegana per bambini, dalla nascita all’adolescenza.

Copio da scienzavegetariana.it:

Ambulatorio pediatrico vegetariano a Verona

Presso l’Unità Operativa Complessa di Diabetologia e Nutrizione Pediatrica – Università e Ulss 20 di Verona, è stato attivato un ambulatorio pubblico di nutrizione vegetariana dedicato a neonati, bambini, adolescenti e ai loro familiari.Questo ambulatorio nasce dall’esigenza di offrire alle famiglie vegetariane un supporto pratico e facilmente accessibile sul tema alimentazione vegetariana, con l’obiettivo di colmare il vuoto in questo settore soprattutto da parte della medicina territoriale.Al di là dello scetticismo della classe medica, legato ad una formazione nutrizionale insufficiente nel Corso di Laurea di Medicina, la Comunità Scientifica ha ribadito che un’alimentazione vegetariana, se ben organizzata, come qualunque altro tipo di alimentazione, garantisce perfettamente la crescita e lo sviluppo dei bambini, ed è adatta in ogni fase della vita, come quella della nascita, dell’adolescenza, della gravidanza e dell’età senile. Apporta inoltre numerosi vantaggi alla loro salute, oltre che a quella degli animali e dell’ambiente.Essendo questo ambulatorio svolto nell’ambito di un Centro Universitario, la raccolta dei dati provenienti da questa attività ambulatoriale consentirà di dimostrare anche in Italia che una alimentazione vegetariana è in grado di consentire ai bambini una crescita ed uno sviluppo ideali e soprattutto una maggiore difesa verso le patologie tipiche dell’età pediatrica e le malattie degenerative (obesità, diabete, ipercolesterolemie, etc).L’ambulatorio viene svolto dal Prof. Leonardo Pinelli (oggi non più, è il Dott. Alberto Sabbion a gestire l’ambulatorio) con il supporto della dietista Dott.ssa Ilaria Fasan e prevede una visita pediatrica, misurazioni di peso ,statura, pliche cutanee, valutazione della alimentazione del bambino e della famiglia, educazione alimentare.

Se necessario vengono eseguiti esami di laboratorio specifici (ferro, ferritina, calcio, proteine, Vit.B12, Vit.D, ecc.)

Si può accedere al servizio contattando:
045/812 47 22 (lun-ven ore 11.00 – 13.00)
Fax 045/812 40 05
Email: diabetologia.pediatrica@ulss20.verona.it

Il Centro è adiacente al Policlinico GB Rossi di Verona ed è situato in Via Bengasi 4, vicinissimo alla Tangenziale Sud ed al casello di Verona Sud dell’Autostrada A4 Padova – Brescia.

Nonostante di alimentazione io ne sappia qualcosina, non ho la presunzione di essere infallibile quindi un po’ per curiosità, un po’ per avere conferme e maggiori informazioni ho prenotato una visita per Iris, visto che tutto sommato ho anche la fortuna di avere il centro non esageratamente lontano da casa.

La visita l’avevo prenotata ad Ottobre e la lista d’attesa evidentemente era lunghetta, visto che l’appuntamento è stato poi fissato a fine Gennaio. Nel frattempo io lo svezzamento l’avevo iniziato, un po’ basandomi sulla mia esperienza da vegan-crudista, un po’ sull’intuito, un bel po’ su quanto studiato e letto e un po’ anche sulle esperienze di altre mamme.

La visita è stata molto accurata, due ore di colloquio e controlli della bimba da parte di medici e dietista, e me ne sono tornata a casa con molte informazioni che tutto sommato già avevo ma che non avevo sempre e con costanza messo in pratica. Tutto sommato, ho avuto la conferma della bontà della dieta di Iris, che difatti finora non si è mai ammalata e continua a crescere bene e serena.

La sua dieta è vegana e in buona parte crudista, anche se prevede alimenti cotti come il miglio e la quinoa (che sono leggeri e privi di glutine e che lei ama) e le lenticchie decorticate o i piselli secchi (per un maggior apporto proteico e calorico). Questo per darle maggior varietà, visto che oltretutto lo svezzamento è iniziato in autunno per lei, e anche perché temevo che una dieta unicamente crudista non fosse sufficientemente calorica in questa fase del suo sviluppo, a meno di non darle molta frutta secca, ma anche qui non me la sentivo di esagerare per timore di allergie. Quindi sto bilanciando le sue pappe anche con cereali nutrienti e leggeri come la quinoa, raccomandatami anche dal centro veronese.

Mi è piaciuto molto questo centro, ho trovato bravi sia il medico che la dietista e la dottoressa che ha poi visitato Iris. Mi hanno dato una lettera da consegnare alla pediatra con il resoconto della visita, sottolinenando che una dieta vegana è adattissima ai bimbi, una lettera da medico a medico forse per tranquillizzare qualche pediatra poco convinto (anche se per fortuna la mia è concorde con la scelta adottata per mia figlia). Insomma, consiglierei questo centro a tutte le mamme.

Tra le indicazioni ricevute per Iris, eccone qualcuna che potrebbe esservi utile:

  1. evitare i cereali integrali fino ai 18 mesi. Io, per non dare ad Iris cereali raffinati e oltretutto con glutine preferisco scegliere pseudocereali leggeri che non hanno bisogno di sbiancatura (quinoa, amaranto, grano saraceno). Meglio ancora se ammollati una notte, così si attiva la germinazione e sono anche più nutrienti;
  2. arricchire di ferro la dieta con l’aggiunta di germe di grano alle pietanze e una fonte di vitamina C (succo di limone ad es.);
  3. arricchire di calcio la dieta con l’uso del sesamo (tahin o sesamo macinato);
  4. arricchire di Omega-3 con l’uso di semi di lino (macinati o olio);
  5. non lesinare con la frutta oleaginosa, i bimbi hanno bisogno di grassi buoni!

Per concludere:

Vi piace il nuovo sito? I lavori sono ancora in corso, grazie al mio tecnico Marco sto rinnovando la grafica e aggiornando i contenuti e soprattutto ho aggiunto la pagina dell’e-shop dove è possibile ordinare i miei libri e gli e-book!

Spread the love

Navigazione articolo