Disorganizzazione

( tempo di lettura 3 minuti )

Uno dei miei maggiori problemi è che sono fondamentalmente una persona disorganizzata, e faccio fatica a concentrarmi su di una cosa sola. Insomma porto avanti sempre 10 lavori assieme e poi non riesco a gestirli, anche perchè mentre faccio una cosa penso alle altre che sono in stallo, e non riesco mai a concentrarmi a dovere. Ad esempio ora sono in ufficio, sono circondata dal disordine più totale, ho tremila cose da fare e invece, siccome non mi decido a iniziarne nemmeno una, scrivo il blog. Forse non è la scelta migliore del momento, ma pazienza!

Inoltre ho dormito poco e male la scorsa notte.
Poco perchè sono tornata alle 22.00 dalla lezione di spinning, ho chattato con Jason e poi ho letto il libro nuovo, quello del post di ieri, e samattina mi sono svegliata alle 6.00.
Male perchè la lezione di spinning è stata un massacro ed ero così stanca e dolorante che non riuscivo ad addormentarmi. Dopo 1 ora di spinning tosto l’istruttore ci ha chiesto se volevamo fare addominali, e noi stolti abbiamo anche detto di si!! Siamo andati avanti 45 minuti….

Il libro Grens for Life è davero interessante per ora. L’autrice ha deciso di studiare gli scimpanzè per cercare di capire quale possa essere la dieta originaria degli esseri umani, dato che ci siamo talmente allontanati per motivi culturali dalle nostre origini da non poterlo più sapere con certezza. C’è chi afferma che è stato proprio il cambio di alimentazione e l’introduzione del fuoco a farci evolvere verso Homo Sapiens; leggendo un po’ su internet ho trovato molti dati, sul sito http://xoomer.virgilio.it/llpassal/breveuni.htm leggo che l’homo sapiens risale a 600.000 anni fa, e l’uso del fuoco 360mila anni fa. Quindi un bel po’ dopo, sempre ammesso che i primi usi del fuoco siano stati destinati al cibo. Disquisizioni antropologiche a parte, l’uomo è l’unico animale che cuoce il proprio cibo tra tutti. Ed è anche l’unico a soffrire di tante malattie. Ma perchè andare a studiare proprio gli scimpanzè? Prchè questi condividono con noi più del 99% del DNA, e possiedono delle caratteristiche culturali tali che alcuni scienziati affermano che essi debbano essere considerati delle persone. E quindi sono talmente simili a noi che lo studio delle loro abitudini potrebbe dirci qualcosa in più su noi stessi. Peccato, aggiunge l’autrice e mi aggrego anche io, che gli scimpanzè vengano usati senza scrupolo nei laboratori di ricerca per esperimenti di vivisezione, in particolare sull’AIDS.
Insomma sono persone, ma anche animali da laboratorio quando fa comodo.

Detto questo, mi metto a lavorare un pochino adesso…

Spread the love

Navigazione articolo