da Santa Fe a Truth or Consequences

new mexico 009

( tempo di lettura 3 minuti )

Ci siamo svegliati circondati dalle rovine di una missione spagnola del 1600 costruita su di un antico villaggio di indiani pueblo. E non ne avevamo idea, dato che siamo arrivati di notte con un buio pesto e un sonno micidiale, nonche’ un freddo bestiale.
Durante la notte siamo scesi a -10 gradi se non di piu’. Ieri notte il cielo era bellissimo, ma avevo troppo sonno per mettermi a cercare la cintura di orione, e soprattutto troppo freddo. Al risveglio erano solo -7 gradi, ho aperto gli occhi all’alba e appena messo il naso fuori dal sacco a pelo ho visto un cielo bellissimo colorato di rosa e giallo e le rovine del villaggio che vi si stagliavano contro. Dire che mi e’ sembrato surreale e’ poco.
Ci siamo messi in moto e abbiamo visitato le rovine correndo da un punto all’altro per scaldarci, dopodiche’ siamo ripartiti verso sud mangiando banane a colazione.
La prossima tappa e’ una cittadina dal nome strano, TRUTH OR CONSEQUENCES o anche TorC (ma anticamente chiamata HOT SPRINGS), con sosta intermedia nel villaggio di Socorro, uno dei tanti villaggi dall’aspetto un po’ western ed un po’ messicano, con casette stile Adobe e la chiesa come unico punto di riferimento.
TorC e’ una cittadina della stessa pasta, solo un po’ piu’ grande, e piena di bagni termali. Ci sono posti ogni pochi metri che ti offrono per 5$ mezz’ora in una vasca termale solo per te, basta scendere una scalinata di legno in una specie di scantinato e ti trovi in una vasca col fondo di ciottoli e l’acqua che sale direttamente dal sottosuolo. Oppure ci sono vasche termali piu’ grandi da condividere con altri, all’interno di un tepee o all’aperto. A TorC ci sono piu’ bagni termali che abitanti e due negozi bio.
Decidiamo di rimanere a TorC un paio di notti, niente campeggio ma Bed&breakfast con terme annesse, per esplorare meglio la zona e scappare dal caos natalizio. Per sfuggire al natale commerciale questo villaggio western e’ davvero perfetto, e la mia stanza, che e’ costata pochissimo, ha una vasca gigantesca in camera che posso riempire di acqua termale.
Ho speso mezzo pomeriggio a lessarmi in acqua, me ne e’ anche entrata un po’ nell’orecchio sinistro e ora vedo le stelle dal dolore. Mi auguro che non mi venga una infezione, ho messo qualche goccia di tea tree e speriamo bene.

Spread the love