Bonobo

tempo di lettura 3 minuti

bonobo.jpg

L’umore di oggi si alterna tra irritazione e contentezza.

Irritazione generale per la complicatezza dei rapporti umani (è un po’ il leitmotiv di questo mese mi sa) e per una conversazione frustrante avuta ieri e in questo periodo le conversazioni frustranti mi capitano sovente.

Contentezza perchè forse oggi riesco a rivedere una compagna delle elementari che non vedo da… uhm… troppi anni 🙂 e sono curiosissima. E poi stasera dopo l’ufficio vado a fare un giro a Padova e forse mi intrufolo in una festa con le amiche. Vediamo.

Non so se esiste ancora la vita dopo la vita e se ciò fosse vero non so come sia messo il mio karma. Se tutto quello che ho letto è vero e siamo destinati a reincarnarci ancora, e ogni vita che viviamo ci serve per imparare ed evolverci, credo che nella prossima vita vorrei tanto evolvermi a scimmia Bonobo.

Avete mai sentito parlare dei Bonobo? Forse i Bonobo sono gli esseri più felici di questo pianeta. Ovviamente, ce ne sono pochissimi perchè gli uomini li stanno sterminando.

“I bonobo hanno una cultura matriarcale, tenuta unita dalla collaborazione, dalla condivisione e da un uso creativo del sesso. I bonobo vivono in gruppi numerosi, nei quali la convivenza pacifica è la norma. Le femmine rivestono i ruoli dominanti, e sono i figli delle femmine di rango elevato ad essere considerati autorevoli tra i maschi. Le alleanze tra femmine sono la fondamentale forza unificante.

I bonobo incarnano realmente l’ideale degli anni Sessanta di fare l’amore, non la guerra. Per i bonobo il sesso va al di là dell’istinto riproduttivo, come avviene negli umani. I contatti erotici, sia con individui dello stesso sesso che dell’altro, hanno la funzione di tenere uniti, di condividere risorse, e di mantenere la pace. Quando due gruppi diversi di bonobo si incontrano nella foresta, si salutano con atti sessuali e condividono il cibo, invece di combattersi.

La frutta è l’elemento centrale dell’alimentazione per i bonobo. Anche se i bonobo mangiano invertebrati, e occasionalmente catturano e mangiano piccoli vertebrati, mammiferi compresi, la loro dieta sembra contenere relativamente poche proteine animali.

I bonobo sono anche creativi nel gioco. Ho osservato dei bonobo in cattività impegnati a giocare a mosca cieca. Uno si copre gli occhi con delle foglie di banano, o con un braccio, o premendosi sugli occhi con le dita, barcolla in giro per l’area di gioco, scontrandosi con gli altri o quasi cadendo.

La società dei bonobo non è solo centrata sulle femmine, ma appare anche essere dominata dalle femmine. Se un bonobo maschio tenta di infastidire una femmina, tutte le femmine si schierano assieme per cacciare via l’importuno. Dato che le femmine, quando sono in gruppo, sembrano avere più successo nel dominare i maschi che quando stanno da sole, la loro stretta vicinanza e i frequenti contatti sessuali potrebbero rappresentare un modo per stabilire alleanze. Le femmine possono unirsi per competere con i maschi, che individualmente sarebbero più forti.”

di Frans de Waal, tratto da Scientific American, marzo 1995, pp. 82-88

Spread the love