Base per pizza

( tempo di lettura 2 minuti )

Per questa gustosa ricetta, che permette di preparare un pane alternativo, servono alcuni strumenti: l’essiccatore, il frullatore ed un macinino da caffè. In alternativa all’essiccatore si può usare il forno a bassissima temperatura (non oltre i 40 gradi) per diverse ore, per non uccidere gli enzimi. Per misurare ho usato le tazze grandi tipo “Mug”.

Ingredienti:
2 tazze di semi di lino ridtti in polvere col macinacaffè;
1 tazza di mandorle ridotte in polvere col macinacaffè;
1 tazza di peperone a cubetti;
1 tazza di carota frullata sino a ridurla in polpa;
1 tazza di pomodori secchi;
erbe e aromi a piacere (basilico, origano, aglio, cipolla;
1 cicchiaio di succo di limone;
sale q.b.
acqua q.b.

Ammollare per 30 minuti i pomodori secchi e poi scolarli. Mettere nel frullatore i pomodori, il peperone, gli aromi e frullare fino ad omogeneizzare il tutto. Aggiungere un po’ alla volta le farine e la polpa di carota, ed acqua necessaria a rendere l’impasto morbido ma non troppo (come la pasta da pane).
Spalmare l’impasto in una teglia ricoperta da carta da forno, lo strato deve essere spesso un centimetro e mezzo. Infilare nell’essiccatore per 15 ore finchè solido ma non troppo secco.

Spread the love

Navigazione articolo