Agosto, agosto…cibo cotto non ti conosco!

tempo di lettura 2 minuti

Qualche post fa annunciavo il mio desiderio di vivere un po’ di essenzialità e minimalismo, trovandomi un po’ provata dalla stanchezza, probabilmente. Questo periodo di stacco mi ha fatto bene, molto bene, e anche le vacanze hanno fatto la loro parte. Ora mi aspetta un mese di agosto di lavoro e straordinari, ma la città è vuota e il caldo sembra aver un po’ allentato la morsa….ho sempre trovato che agosto fosse il mese migliore da trascorrere in città, tutto è rallentato, non c’è traffico e mi sembra quasi una mezza vacanza. Poi a settembre, prima del caos, mi regalerò ancora un po’ di vacanza itinerante da dedicare agli amici questa volta. Nel mio brevissimo post dedicato a Nizza non vi ho raccontato che, per pura fortuna, l’appartamento affittato da Barbara e me si trovava proprio sopra all’unico negozio biologico della città. Neanche a farlo apposta 🙂 Chiaramente lo abbiamo svaligiato più e più volte, scoprendo con gioia e fastidio che molti prodotti sono decisamente più convenienti che da noi: Weleda e Lavera costano circa il 30% in meno, ad esempio. Io comunque ho acquistato degli estratti naturali per dolci, non crudisti però mi hanno ispirato qualche idea niente male….ho anche trovato dell’olio di cocco puro e una meravigliosa crema di mandorle ad un prezzo strepitoso e garantita prodotta a basse temperature (quindi, crudista!). E’ quella che vedete qui sopra. Inutile dire che tutto ciò mi ha risvegliato la creatività ed il desiderio di pasticciare in cucina inventando piatti un po’ più elaborati. Tanto per iniziare, ho messo il cestello della gelatiera in freezer: è agosto e non ho ancora prodotto un solo gelato!! E poi, dopo un luglio molto fruttariano, in questi giorni mi sento molto attratta dalel verdure: grandi gigantesche insalate verdi e da domani anche dei bei centrifugati di verdure. Si vede che ho bisogno di minerali, che ne so…il corpo domanda, ed io obbedisco 🙂

Spread the love