( tempo di lettura 3 minuti )

Non è che non abbia avuto nulla da scrivere in questi giorni. Anzi. E’ che proprio non ho avuto tempo, nemmeno tempo di respirare come si dice di solito.

E difatti ottobre è quasi volato via e non me ne sono nemmeno accorta, sono ancora con la testa in piena estate e i piedi ormai al freddo.

Ho fatto tante cose ultimamente, dicevo. Non me le ricordo nemmeno tutte.

Mi ricordo di aver fatto una bella camminata dalle parti di Erto e Casso con Filippo, l’uomo che ha fatto quasi tutti gli sport che mi vengono in mente (non gli ho chiesto se ha mai praticato la ruzzola però…). Per chi non lo sapesse Erto e Casso sono due minuscoli paesini sopra la diga del Vajont, e sono zone da visitare col sole e il buonumore, se possibile.

E. (il mio “culturizzatore” di fiducia) mi ha portata al Regio di Parma per “iniziarmi” alla lirica. Abbiamo visto Luisa Miller e mi è piaciuto proprio tanto. Sempre io ed E. ci stiamo dando al pattinaggio professionista, nel senso che invece di fare per conto nostro al parco ora abbiamo sperimentato il pattinodromo con tanto di istruttori. Pare che lui sia meglio di me e che io pattini col sedere alto tipo papera. Che spettacolo…

Ho iniziato la palestra con Betta. Niente da riportare qui, se non che mi fanno male le gambe. E tanto.

Sono stata a Bologna a fare un giro in moto (non è ecologico lo so) sui colli bolognesi ed erano bellissimi. Però faceva tanto tanto tanto freddo.

Sono capitata ad una festa di compleanno a Bologna, non conoscevo nessuno però mi son ritrovata in mezzo a gente splendida, senza saperlo prima. Una bella sorpresa, anche se sono onnivori. Sono i creatori di questo blog appena nato e in piena evoluzione: Ecopensieri

Grazie al blog sono stata rintracciata da una compagna di classe delle elementari che non vedo da qualcosa come 20 anni. Quando mi è arrivata la mail mi sono davvero emozionata…

Sono stata alla Sagra delle castagne a Teolo e ho mangiato le caldarroste. Dopotutto, crudismo o no, ho sempre detto che le caldarroste sono irrinunciabili!

Ho partecipato ad un incontro sul Commercio equosolidale e ho ritrovato vecchi amici di quando ero attivista LAV, è stato proprio bello.

Ho messo a bagno i semi di lino per fare i crackers ancora venerdi scorso e sono ancora li, in attesa di essere spalmati sull’essiccatore, poveracci. Spero di avere tempo stasera.

Ho ricevuto una cassetta di cachi e un sacco di prugne in dono da Filippo, che ha capito come prendermi. Oggi la cara segretaria Daniela mi ha portato un altro sacchetto di cachi. Aspetto fiduciosa altri benefattori!

Sto facendo con successo un laboratorio in classe sull’uva, alle scuole elementari: mi da molta soddisfazione plagiare le piccole menti sul consumo e l’importanza della frutta.

Fra tre settimane circa avrò l’esame finale del mio corso di nutrizione, e finalmente il diploma (e la smetterò anche di pagare la retta).

Prossimamente cercherò di realizzare un gorilla sandwich fotografando le varie fasi, così che ci possiate provare anche voi. Merita.

Spread the love
  • cicci altro che giornate di 24 ore per te ci vorrebbero……
    guarda che sui passaggi fotografici del gorilla’s io ci conto!!
    bacione
    Bibi