Rimini

( tempo di lettura 2 minuti )

Cosa ho combinato in questi ultimi giorni… beh non mi sono fatta mancare la notte rosa di Rimini, e devo dire che è stata molto divertente… ho passato la serata prevalentemente in centro a Rimini, in piazzetta, a chiacchierare e a tenere compagnia a Yuri e Robo che spillavano birra -più Yuri che Robo- mentre sul palco si esibivano alcuni cantanti, tra cui anche il mitico Magic Voice. Chi non è di quelle parti non penso conosca Magic Voice. Io mi ricordo di lui dalla mia vita precedente trascorsa a Pesaro, si tratta di un signore che vive per la strada, dormendo in stazione, e tuttavia famosissimo per una sua canzone (Ciao Ciao Lulù) che da credo almeno 10 anni propone al suo pubblico.
Dopo il rilassante weekend riminese sono dovuta tornare in patria veneta, anche perchè lunedi sera è arrivato il mio amico Steven, che si fermerà da me qualche giorno prima di tornare in Colorado, dopo un mese trascorso girovagando in Europa.
Steven ha appena fatto un viaggio pazzesco, mi ha raccontato di essere stato ad Amsterdam, Parigi, poi Portogallo, Marocco e Spagna, dove è vissuto qualche giorno in una comunità hippie nel sud del paese, dormendo sulla spiaggia o in una caverna.
Insomma, il nostro viaggio in tenda nel New Mexico era quasi un lusso al confronto…
Fatto sta che in questi giorni sono parecchio incasinata e faccio fatica a stargli dietro, però stamattina andremo al mercato perchè agli americani queste cose piacciono molto, il casino dei mercati, i banconi strapieni di roba, i venditori che urlano… tutto very pittoresco.
A proposito di mercato, ho comprato un jakfruit ieri! Il jakfruit l’ho mangiato una volta, è un parente del durian e ho un ottimo ricordo, però il problema è capire adesso quando è maturo la punto giusto. Mi hanno detto che devo aspettare ancora un pochino, speriamo di azzeccare.

Spread the love

Navigazione articolo

  • fulvio

    Ma cos’è sto jackpot? Parente del durian? E il durian? Di chi è parente? E’ un tuo secondo cugino?:-)
    Era una battuta non ti offendere.
    Lo sai che da quando ho comprato il tuo libro, il mio frullatore, che prima potevo vendere come usato garantito con pochi kilometri, sta facendo gli straordinari?
    Anche se consuma corrente e non so quanto si possa definire ecologico, propongo di stabilire una data per celebrare la giornata del frullatore, così da rendere onore a questo formidabile strumento che ho riscoperto dopo tanti anni, dopo che da adolescente tritavo 2 mele, 1 banana, mezzo litro di latte, 3 cucchiai colmi di zucchero bianco, il tutto accompagnato da 2 panini con la nutella che sbordava ai lati e non aumentavo neanche di un grammo il peso.
    E con questa confessione mi sono guadagnato la radiazione dal tuo blog.

  • bibi

    fa impressione il jakfruit!!!!!!!! 😀

  • wanda

    ehi! ma dove l’hai trovato il jackfruit? l’ho magiato una volta in Africa… è meraviglioso!!! POi hai azzeccato la maturazione?